set 222012
 

 

Claudio Piantini somiglia a Terence Hill. Gli stessi occhi azzurri. Ma non glielo dite. Claudio è schivo almeno in apparenza. Si scalda quando lo fate parlare dei suoi piatti. Prima di tutto delle materie prime che usa.

Alla Torre Guelfa, che si trova a Figline Valdarno in provincia di Firenze, si mangiano solo le materie prime che Claudio produce. Le sue zucchine, i suoi carciofi, le sue patate, i suoi prosciutti, le sue carni ecc. L’orto è lì ad un passo e se trovate posto potete anche dormire da lui.

Claudio chiama il suo ristorante la sua casa. Oltre alla sala principale c’è la cantina dove banchettano i privilegiati fra etichette che aspettano solo di essere stappate. Sono stata da Claudio fine primavera inizio estate. Firenze era calda e soffocante. Alla Torre Guelfa era quasi freschino. Un privilegio in mezzo al verde.

Fai tu. So che i miei amici cuochi amano sentirsi dire così. Per me è il modo migliore per conoscerli meglio e capire la loro cucina.

Cominciamo con una cinta senese di 36 mesi. Il bello è che Claudio fra le fette, tantissime!, ha messo delle rondelline di ravanelli. Molto gradevoli.

Rimaniamo sui salumi, e dove vogliamo andare?, lardo appena tiepido sui carciofi crudi dell’orto. Una doppia meraviglia.

Basta Claudio che vuoi darmi di più? Due porcini in insalata,  li ho appena fatti. Quando sei arrivata mi hai chiesto del peposo. Come lo faccio ecc… Ne ho giusto due porzioni.

Io e il mio accompagnatore ci sacrifichiamo molto volentieri.

Grande Peposo servito con la pizza fritta.

Centelliniamo il nostro bicchiere di Guidalberto 2009.

A fine serata al fresco, ormai diventato freddo, della veranda parliamo di cucina, di vita e delle belle cose che Claudio inventa insieme a Sabrina. Ogni settimana ha ospiti fissi nel suo B&B che vivono ora dopo ora la vita del ristorante. Dalle stalle al pollaio, dall’orto alla cucina. Al mercato del pesce la mattina presto. Accudiscono gli animali, fanno i norcini se è il tempo giusto, aiutano in cucina. E poi mangiano e bevono.

Chiamate Claudio se le mie parole vi hanno incuriosito. Ma fatelo per tempo…

 

 Posted by at 8:16 pm
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers