Set 232012
 

Un finger food light per inizare il 2010 ci sta proprio bene. E’ il nostro Luigi Sforzellini a proporcelo con la sua ormai arcinota riflessione gustativa finale.

Finger Food Light

Ingredienti:
100 g di Tubetti – 1 dl di yogurt – 80 g di uova di trota pastorizzate – 80 g di Graukaese tagliato in lamine sottili (formaggio grigio) – 5 g di senape Colmans in polvere – 2 cl di aceto di mele – 5 g di zucchero di canna – 2 g di peperoncino di cajenna in polvere – 10 g di un misto tritato di erbe selvatiche in uguale proporzione (foglie di aglio orsino, foglie di ortica, fieno greco ceruleo, crescione d’acqua, foglie di salvia, levistico, foglie di mentuccia) – 10 g di semi di papavero tostati – 1 dl di grappa bianca aromatizzata alla ruta – 1 cl di olio di cardo – 1 cl di olio di oliva extravergine – sale qb –


Procedimento:
Mettere in una terrina lo yogurt con la senape Colmans e l’aceto di mele, unire lo zucchero di canna e il peperoncino di cajenna. Fare emulsionare i componenti con un frustino ad immersione, fino ad ottenere un composto legato ma leggermente fluido. In un’altra terrina mettere le uova di trota, unire l’olio di cardo e le erbe selvatiche, mescolare con delicatezza, fare aromatizzare in frigorifero per venti minuti, coperto con carta pellicola.
Portare a bollore in una pentola dell’acqua per la cottura della pasta, versare la grappa alla ruta, mescolare e fare riposare a fuoco spento per dieci minuti. Cuocere i tubetti di pasta nell’acqua aromatizzata e salata in proporzione, riportata a bollore, scolare molto al dente e fare raffreddare la pasta in un abbattitore. Posizionare i tubetti in una terrina e condire con l’emulsione di yogurt alla senape, unire le uova profumate alle erbe selvatiche e poco olio di oliva, salare in proporzione, mescolare delicatamente. Servire i tubetti in piccoli piattini, adagiandoli al centro, condire con la rimanente emulsione di yogurt. Cospargere la superficie con le lamine di formaggio Graukaese e i semi di papavero tostati.

Riflessione Gustativa: Una preparazione in cui la particolare forma dei tubetti raccoglie le uova di trota al loro interno. Sprigionando all’assaggio la rotondità della loro essenza e la forza delle erbe selvatiche modulate dai vari elementi che compongono la cremosità portante nell’insieme. L’intrinseca situazione pianificata porta in un crescendo di picchi di gustativi, concludenti nel ricercato timbro di confine dal piglio nevrotico dato dal formaggio grigio. Miratamene convertito in uno stallo alchimistico dai semi di sesamo tostati.

 

 Posted by at 12:19 pm
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers