Feb 152014
 

 

Non si passa per caso a Paganica. Mauro De Paulis è un mio carissimo amico. Ci siamo rincorsi perché non era nei miei programmi fermarmi a dargli un bacio. Non lo vedevo dal 2009. L’anno del terremoto in Abruzzo.

Qui a Paganica sembra che il terremoto sia un ospite indesiderato ma sempre presente. Ascolto Mauro, i suoi racconti e le incongruenze che la lotta per la sopravvivenza ha incontrato nel suo percorso tellurico.

Mi accompagna la mia guida abruzzese, Luciano Pavone, che si fa fotografare con Mauro. Mentre Mauro parla io faccio foto. Che non sono belle. Foto che raccontano di morte e di  case lasciate lì. In attesa che il tempo che passa faccia il suo corso.

Mi ricorda di uno Squisito dello stesso settembre.  Doveva piazzare dei salami rimasti senza magazzino. Ci siamo dati da fare e abbiamo venduto tutto…

5 ettari di terra dei suoi genitori non sa più che fine faranno. Strutture in legno per i terremotati hanno occupato lo spazio. Ogni tanto, quando ha tempo, poco, molto poco, si reca negli uffici destinati e chiede. Chiede ma nessuno ha una risposta. Nessuno sa. 

La foto che apre questa notizia ritrae il portone della vecchia salumeria. All’interno, in alto, su una parete, c’è un mazzo di spighe del Senatore Cappelli. Mandato da me prima che la vita decidesse per tutti noi.

Mentre vi scrivo non commento le foto. Abbiamo solo fatto due passi. Lavori in corso a Paganica? Senza fretta mi sembra.

La nuova Salumeria De Paulis è qui, in via Fioretta tel 0862/68422. Facile da vedere perché è sulla strada che porta a Roma. E, siccome tutte le strade portano a Roma, dovete fermarvi per forza.  

Dietro il banco c’è la sorella di Mauro. Nella foto qui sopra con lui. Non dimenticate, se è stagione, di farvi assaggiare le salsicce di fegato. Quelle fresche.

 Posted by at 10:27 am
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers