Set 032016
 

aperitivo-corpo

ndò stai? E sbrigati!‘ Mi tuona nel cellulare la voce di Gianfranco. Scarpe rosse e cinta idem. I suoi talismani per volare. Il Grand Hotel Ortigia non sa più dove mettere la gente. Questa sera saremo più di 150 fra sala grande e terrazza. Maurizio Urso è raggiante. Così come tutti i suoi collaboratori. Alemarco Sommelier, ormai va così!, e Antonio il direttore di sala. Sebastiano Urso, il Direttore, mantiene il suo elegante aplomb. L’aperitivo lo facciamo nella hall. Ci sono i salumi e i formaggi delle Trazzere del Gusto e i salumi di Angelo Bellomo.  Rivedo con piacere Sebastiano Gulino e bevo con altrettanto piacere il suo Akram, uno chardonnay assolutamente molto siculo.

con-teresa-corpo

Introduce la serata Luigi Franchi, direttore di Sala e cucina. Che si incastra bene con la sempre bellissima Elsa Mazzolini. Insieme presentano Gianfranco. Lo pungolano e lo stuzzicano. Ma lui, come ho scritto nel titolo è, senza se e senza ma, sempre lui. Prima di cominciare la parola va a Teresa Gasbarro, donna intelligente e capace, che inaugura oggi qui (occasione migliore di così non poteva essere) la neonata Elisir Siracusa. Un’associazione libera fra persone che amano la propria terra e vogliono valorizzarla. Brava Teresa. 

con-elsa-corpo

Ed ora entriamo nel vivo della serata. Vissani il provocatore. Vissani contro corrente. Come quando, 25 anni fa?, iniziò la guerra contro il pomodoro. Il pomodoro quello che copre qualsiasi sapore. Fino all’ultima, contro la cucina di oggi che non è più cucina. Ho visto una sua bella intervista in cui pacato e ragionato spiegava che un bambino non esce dalla pancia della mamma e comincia subito a camminare. Ci sono dei passaggi obbligati che i cuochi attuali saltano con disinvoltura. Pensieri comuni al Maestro Marchesi.

sala-corpo

Il microfono lo segue ovunque. La gente pure. Il personaggio televisivo incalza e prende il sopravvento. Lo fermano per selfie e foto di gruppo. Dire che è un bagno di folla è dir poco. C’è un atmosfera frizzante. E lui tiene il ritmo. Come quando propone di inserire i pomodori di Pachino, gialli e rossi, nel Gratta e Vinci. Prodotti, artigiani, territorio. ‘ In un anno mi sono girato per la Rai1 tutta l’Italia delle igp, DOP e dei Presidi SlowFood. Una meraviglia!

spatola-corpo

Arrivano i piatti: spatola fritta alla mollica di pane, puntini di mille colori di Pachino e julienne di buccia di melanzana fritta. Non amo la spatola ma questa mi piace molto. Il mio è un tavolo privilegiato. Siamo tutti, colti, addetti ai lavori. Solo io conosco bene la cucina di Gianfranco. Per gli altri è la prima volta. Molto divertente.

carla-vissani-tavolo-corpo

Con me ci sono, oltre a Salvo Gurrieri, Marco Blandino (il cantastorie per le Trazzere del Gusto fra Siracusa e Ragusa), la sua Lucia con la piccola Matilde, Giuseppe Campisi e la sua Signora. Giuseppe coltiva e produce il celebre limone igp biologico di Siracusa. Bel tavolo no?

risotto-corpo

Il risotto è ruffiano, per questo vi piace tanto‘. Con il risotto ai gamberoni rossi di Sicilia in 3 modi sentiamo la mano di Maurizio Urso. Che è stato tanti anni con Gianfranco ed ha migliaia di appunti che conserva gelosamente. E non è ancora riuscito a dargli del tu. Gli dà del ‘lei’. ‘A questo punto perché non del voi?‘ ride Elsa.

mezzemaniche-corpo

Fino all’ultimo i tanti cuochi in cucina non sapevano che fine dovevano fare le mie mezzemaniche tant’è che questo piatto si chiama: mezzemaniche con calamari, gelato di ricci e poi decido io… E se lo dice lui!!! Ma che bella discussione al mio tavolo! A qualcuno non piace affatto. Qualcuno osa e mescola tutto. (Così si fa.) Qualcun altro prende una mezzamanica un po’ di gelato (divino!) e un po’ di tartare di calamaro. ‘Girate quel cucchiaio sulla pasta!‘ Urla il Vissani. Sopra di essa c’è una brunoise di avogado e pistacchi. Che ne penso? Che voglio farmela rifare da lui.

branzino-corpo

Mentre ancora si parla di pasta ecco il già annunciato filetto di branzino di lenza porchettato, erbe aromatiche, mirepoix di olive taggiasche e mango con ventaglio di fegatini. Il ventaglio di fegatini con le olive e il mango è delizioso. Abbinamento vissaniano.

bavarese-corpo

Prima del dolce Elsa lo ‘attacca’ con un a lista di nomi di cuochi, pardon, chef se no si offendono, illustri televisivi e non. La cucina in TV è tutta finta, comincia Gianfranco. Sa bene che il primo è stato lui. Ma lui, ed io c’ero e posso testimoniare che è vero, faceva piatti, ricette, raccontava di prodotti. Faceva e fa cultura. Non solo spettacolo. E’ buono riguardo i suoi colleghi. Quasi buono. Un sincero ‘lassa perde‘ vale più di qualsiasi commento. La Bavarese di mandorle con cuore liquido di more e salsa di zibibbo ci fa finire in bellezza. ‘Senti quant’è bona?

gruppo-corpo

Gli brillano gli occhi quando escono i cuochi dalla cucina. Carlo Sichel, Salvo Calleri capitanati da Maurizio. Poi i camerieri, i produttori. Applausi e risate!
E foto ancora foto con il Maestro Gianfranco Vissani. Unico.

Le foto di questo pezzo sono di Elisir Siracusa e di Marco Blandino. 

 Posted by at 8:44 am
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers