gen 292017
 

entrata-corpo

Come si dice? Tutte le strade portano a Roma. Lo scorso giovedì, chissà perché, sono passata per Spoleto. Proprio all’entrata di questo splendido centro umbro, sulla destra, c’è un bar. Il mio pipì/stop per prendere un buon te caldo. Parcheggio e chi ti vedo? Michele Pidone.

20170126_103126_resized

 

Che mi offre il te. “Il mio nuovo locale è proprio qui. Tu non sei mai stata vero?” ” Dai andiamo da te!” Accanto al bar di cui, chiedo venia, non ricordo il nome c’è una chiesa antica transennata. Precauzione terremoto che qui si è sentito bene ma non ha fatto danni. Lampone, così si chiama il ristorante di Michele è dalla parte opposta, a sinistra. All’interno di una chiesa sconsacrata.

io-e-michele-corpo

Un luogo antico dove si respira il passato, il presente e da Aprile con Michele il futuro. Ancora qualche lavoro da fare, poche cose da sistemare ed è perfetto. Potrebbero entrare Arlecchino e Colombina o il Gatto e la Volpe con Pinocchio e sarebbero nel palcoscenico perfetto.

mannaia-corpo

Lampone gioca con ironia sugli arredi. “Sono idee di mia moglie, io cucino e basta.” Idee divertenti come la ‘mannaia minacciosa’ infilzata sulla porta della cucina a vista. Davanti a tanti ricordi, piccole opere d’arte c’è il cartello qui sotto. E’ molto presto e non giungono ancora ‘odori dalla cucina’. Me li immagino sfogliando il menu. Conosco Michele da quando era ‘piccolo’. Ho sempre ammirato il coraggio di rimanere legato alla sua terra.

non-toccare-corpo

Qualche volta non è così semplice come può sembrare. Da quando c’è Lampone tutte le guide si sono accorte di lui. Ne sono fiera e felice. “Ma perché Lampone?” “Sempre mia moglie. E’ un nome che rimane impresso. Semplice e di effetto.” Concordo. Mi appoggio al bancone di Lampone. Da questo lato dà proprio l’idea di stare in una vecchia e calda osteria. Mi piacerebbe fermarmi per pranzo ma Roma mi aspetta.

Sto per andare ed arriva qualcuno. Il panettiere artigiano porta il pane. Cominciano i ‘primi odori della cucina’. Michele mi abbraccia e va a lavorare. Altri pani aspettano di essere infornati.

 

 Posted by at 10:01 am
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers