Apr 242017
 

Brescia, primavera gelata 2017.

corpo-1

Inviate speciali per me, Monica Ranzi e Adonella Palladino, in veste di commensali – un po’ competenti, molto gaudenti -, assaggiano la cucina cientopercientonapule plasmata dal giovane chef Dafnis Dall’Olio, dal padrone di casa Luca Dall’Olio (in arte artista) e da Francesco Toro, campano gallerista di Sessa Arunca (è in provincia di Caserta, basta la parola).

corpo-2

Tutti in pista.

corpo-3

L’ouverture è sulla terrazza con vista mozzafiato a 360°su Brescia by night, ovvero sulla poco conosciuta ed incredibile Brixia Fidelis: Brescia è dedita al fare e poco al far sapere di sé, è la città di Ermengarda e di Re Desiderio, non di Giulietta e Romeo

corpo-4

… ma a chi la sa guardare rivela emozioni sorprendenti.

corpo-5

Scendiamo dalle stelle e ad avvolgerci è la policromia fantasiosa di Luca Dall’Olio: tra le sue tele ritroviamo l’interpretazione del panorama appena visto, con le stesse architetture in prospettive falsate in mondi multicolori nei quali si nascondono e si elevano messaggi profondi

corpo-10

 

corpo-13

… E l’emozione continua…

corpo-7

Arte e cucina in connubio perfetto? Le stesse cromie si ripropongono sulla mise in table dei Dall’Olio (tavola o tavolozza?).

corpo-9

Aprono le danze due “Roches” salati di ricotta di bufala e mandorle su salsa di fave e scorzetta di limone di Sorrento.

14

‘Na’ bbellezza…

corpo-15

(A proposito di limoni, compare in sala un rarissimo esempio di limone-banana. Che sia una bufala?)

corpo-11

Ma la bufala, quella vera, segue immediatamente: placida e tiepida al punto giusto, una treccina adagiata su una coulis di pomodoro del Piennolo zittisce i commensali.

corpo-16

Cavallo vincente non si cambia e i pomodori del Piennolo ricompaiono.

corpo-17

Due minuti e gli zelanti chef ci regalano un piatto di quelli da mettere nella lista degli indimenticabili: fatto di paccheri artigianali, pomodori e stracciatella campana.

corpo-18

Seguono moscardini padellati in salsa da asparagi.

corpo-19

La leggenda vuole che gli asparagi cresciuti nel cratere del Vesuvio, siano alti solo 2 cm e spariscano immediatamente alla vista dell’uomo (e vai di bufala…).

corpo-20

Alla tavola cosmopolita arricchitasi strada facendo di Berlinesi, Finlandesi e Svedesi, viene offerta in trionfo finale ‘na bbellezza du Babba’.

corpo-22

I cori si elevano, le interviste si moltiplicano (e pensare che la Ranzi non beve e non ha la patente)…

corpo-ultimo

Una chiusura sigillata da baci parecchio alcolici ci dà appuntamento alla prossima… (gnammo.com)

corpo-24

 Posted by at 12:36 pm
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers