giu 052018
 

Venite con me a leggere e gustare almeno con gli occhi il nuovo menu di Carlo Nappo al Podere dell’Angelo. Siamo a pochi chilometri da Pordenone e questo posto è una macchina da guerra di produzione agricola propria unita ad una grande cucina. Quella, appunto, di Carlo.
Quelli in home page sono i miei spaghetti. Che vedete più in grande qui sotto.
Nappo li racconta così:

Lo-spaghetto-e-il-fegato-web

Lo spaghetto e il fegato: le seppie vengono eviscerate e il fegato, la sacca nera, viene marinata in aceto per una notte per poi essere cotta sottovuoto a basse temperature per non provocare un coagulamento delle cellule, poi congelata e usata nel momento della mantecatura.
La cipolla di Tropea viene tagliata fine e disidratata poi spolverata di malto destrina e zucchero e cotta per qualche minuto a 180 °.

Il-gambero-rosso,-fresco-dalle-acque-Dell-adriatico-web

Il gambero rosso, fresco dalle acque dell’ Adriatico, viene lavorato lasciato al naturale e condito con olio di Caneva, sale e pepe. Il mosto deriva dalle uve autunnali fermentate del vigneto del podere. La rosa di Gorizia nella sua semplicità con una profumata di grappa Prime Uve va a sposare il connubio.

Classico-incontro-di-terra-e-mare-web

Classico incontro di terra e mare: “Pane Burro e Alici” Il burro montato  per 3 ore come una crema, delle alici marinate,  il pane con lievito madre e farina integrale del nostro orto, una crema di prezzemolo e patate, e foglie fresche  di prezzemolo disidratata a 60 gradi per 12 ore.

Piovra-cotta--a-bassa-web

Piovra cotta  a bassa temperatura a 90 ° per 50 minuti e poi, finita in cottura sulla padella. La crema è frutto dell’orto che si trova dietro la nostra cucina, ciliegini frullati con ghiaccio e sale, il nostro classico rivisitato del “polpo e patate”

La-nebbia-a-pasiano-web

La nebbia a Pasiano, un piatto di ricordi ed emozioni, ricco di territorio usando lo Zafferano del territorio un riso carnaroli  riserva accompagnato con un guanciale croccante affumicato a freddo con polvere di rosmarino e azoto liquido.

Un-viaggio-in-oriente-web

Un viaggio in oriente: dei noodles di fine pasta fatta con acqua e farina  tipo 1 del podere a grano, con una tartare al coltello di tonno rosso marinato in una fermentazione di rapa e soya a freddo. Servito con un brodo caldo al miso che sprigiona i ricordi delle terre asiatiche.

L'ombrina-web

L’ombrina viene sfilettata in fine carpaccio, marinata nell’olio al basilico a 30° per 1 ora e servita con una piccola nuvola montata al succo di limone.

Il-gelato-alla-barbabietola-dolce-va-a-pulire-il-palato-web

Il gelato alla barbabietola dolce va a pulire il palato. Nient’altro che latte di Visinale e rape dell orto con un julienne di foglie di radicchio Trevisano ghiacciato istantaneamente  a – 240° con l azoto liquido.

Che ne dite? Vale la sosta e anche prolungata. Bravo Carlo Nappo!

 Posted by at 4:47 pm
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers