admin

gen 162019
 

ARIETE

Le stelle consigliano di non mettere troppa carne al fuoco: rischiereste di bruciare tutto e di ottenere risultati modesti. Prendete invece tempo, fermatevi a riflettere e perfezionate i progetti per il futuro. Vi sentirete come un flute di champagne, effervescenti e pronti a dare il via alle iniziative più coinvolgenti. Peccato però che la sfera amorosa vi riservi qualche piccola delusione.

TORO

Febbraio si preannuncia con qualche momento di stanchezza e scarsa motivazione. Nella prima parte del mese, Mercurio in Acquario vi rende distratti e approssimativi: attenzione a non mettere il sale al posto dello zucchero nel caffè. Luminosa la vita sentimentale grazie a Venere in Capricorno: in arrivo nuovi incontri e rappacificazioni dolcissime.

GEMELLI

Energia e vivacità vi consentiranno di movimentare il mese di febbraio e di renderlo molto gratificante grazie a stelle propizie. Partite alla grande nella prima metà del mese per condurre in porto i vostri programmi o lanciarvi nella preparazione di quel piatto elaborato che sognate da tempo: Mercurio vi sorride e dinamizza le vostre giornate.

CANCRO

Cielo un po’ nuvoloso in questo febbraio, con Venere e Marte ostili nella prima parte del mese che creano malumore e scarsa voglia di essere creativi in cucina. Le questioni di cuore sembrano affliggervi con una certa intensità, anche se Nettuno illumina il vostro cammino e rasserenerà il vostro cielo. Meglio allora trovare consolazione con una fetta sontuosa di torta Saint Honoré.

LEONE

La forma fisica non sarà al top e vi converrà limitare le abbuffate, specie di creme caramel o panna cotta. La fortuna e una dose extra di lucidità vi accompagneranno nella realizzazione dei vostri progetti, anche quelli più ambiziosi. Non mostratevi timidi o insicuri di voi: lanciatevi nella mischia senza alcuna remora contando sull’appoggio di Giove.

VERGINE

Anche se stanchezza e distrazione vi affliggeranno nel corso del mese, non vi faranno difetto intraprendenza e fascino promossi da Venere e Plutone in Capricorno, i quali vi forniranno le armi vincenti per raggiungere i traguardi che vi stanno a cuore. Allargherete la vostra sfera d’influenza come un soufflé che lievita in forno, espandendo il profumo tutt’intorno a voi.

BILANCIA

Marte vi farà i dispetti, rendendovi suscettibili come non mai, pronti ad attaccar briga con chiunque vi capiti a  tiro, ma vi converrà tenere sotto controllo l’aggressività per evitare passi falsi. In certi momenti vi sentirete come una maionese impazzita, e dovrete ricominciare tutto da capo. Per fortuna,  Giove in Sagittario vi protegge e vi regala buone occasioni.

SCORPIONE

Intuito e prontezza di riflessi saranno le carte da giocare per risultare vincenti in ogni settore, specie in quello professionale. Sarete concentrati ed efficienti, perfettamente in grado di segnare punti a vostro favore, ma nella vita affettiva lascerete un po’ a desiderare, pur trattandosi di nubi passeggere nella vita a due.

SAGITTARIO

Una dose extra di ottimismo e di voglia di fare vi accompagneranno in questo periodo, grazie alla presenza del Sole nel segno dell’Acquario e saprete affermare la vostra personalità nel modo migliore, ottenendo così successi e gratificazioni in ogni ambito. Limiterete dolci e patatine fritte per lanciarvi in nuove, stuzzicanti avventure amorose.

CAPRICORNO

Urano vi farà i dispetti e avrete proprio voglia di lanciare una torta in faccia a qualcuno. Per fortuna, la vostra abilità diplomatica vi impedirà di commettere passi falsi o di porvi in aperto contrasto con chi vi circonda. Momenti sereni in amore, da vivere a tutto gas, magari lasciando la cena a raffreddarsi sul tavolo.

ACQUARIO

Vi attende un periodo scintillante e molto vivace, soprattutto nella sfera amorosa, dove brillerete per il vostro fascino e spirito d’avventura. Ogni conquista sarà facilitata da un invito a cena in un ristorantino molto cool, dove gustare sushi a volontà. In lenta ma inesorabile ripresa il settore professionale ed economico.

PESCI

Avrete a disposizione energie e fascino a volontà, ma sarete piuttosto distratti nello svolgimento dei vostri compiti quotidiani, rischiando così di saltare appuntamenti o di bruciare il ragù. Non sovraccaricatevi di impegni, bensì ritagliatevi un po’ di tempo solo per voi, magari in compagnia della persona del cuore o di una bella fetta di torta al cioccolato.

 

 Posted by at 6:25 pm
gen 122019
 

Foto-apertura.-web

Il 2018 si è chiuso e ha lasciato in dono al 2019 un nuovo vino, uno di quelli destinati a lasciare il segno, nato per volere della Famiglia Costanzo.

Foto-1-web

Alle pendici dell’Etna, nell’antico borgo di Passopisciaro, in Contrada di Santo Spirito,  Valeria e la sua famiglia hanno raccolto nel 2011 una sfida, rilevando un vecchio Palmento del XIX secolo ed attuando i principi della bioarchitettura lo hanno rimesso a nuovo. All’interno di questo storico edificio sorge il cuore pulsante dell’azienda, che riesce a coniugare in maniera perfetta la storia e le tradizioni del luogo con le più avanzate tecniche di cantina.

Foto-2-web

Passione, tradizione ed innovazione affondano le proprie radici in questa terra e nella mentalità della famiglia Costanzo, che, seppur strettamente legati al territorio etneo, non hanno mai smesso di guardare il mondo con occhi curiosi e ambiziosi; ed è proprio grazie alla loro ambizione che dal 2011 ad oggi, i coniugi Costanzo hanno stupito e continuano a stupire l’intero panorama enologico italiano e non solo. Ultimo nato nella azienda etnea è un vino dal forte carattere, a base di Nerello Mascalese 90% e Nerello Cappuccio per il restante 10%, vigne che vedono il sole nella contrada Santo Spirito tra i 700 e gli 850 metri s.l.m., su un suolo composto al 70% da sabbie vulcaniche nere e brune e, per il restante, di sassi e rocce effusive.

Foto-3-web

Questo nettare è frutto di un’attenta selezione di uve, provenienti da vigneti ultra secolari, vendemmiate manualmente nella seconda decade dell’ottobre 2015, che ha dato alla luce solo 5000 esemplari. Il packaging è molto accattivante e d’effetto, come d’abitudine per i prodotti firmati Palmento Costanzo, a farla da padrona è la polvere di pietra lavica, presente anche questa volta.

foto-4-web

Dopo la raccolta si passa alla fermentazione che si svolge in tini tronco conici di rovere francese, con una macerazione di 15 giorni sulle bucce; alla fine della fase fermentativa matura per 24 mesi in botti di 20 ettolitri a forma di uovo, con un batonnage che si attiva grazie ai naturali moti convettivi. Infine, affina in bottiglia per ulteriori 12 mesi prima di essere commercializzato.

Foto-5-web

Questo vino, che si attesta al vertice della produzione aziendale e vede la luce dopo tre anni dalla vendemmia, si presenta di colore rosso rubino e dall’olfatto austero, fine ed elegante che mette in bella mostra i sentori fruttati di ciliegia e amarena che si fondono perfettamente con le note vanigliate apportate dal legno; ad arricchire l’ampio bouquet olfattivo contribuiscono le note speziate e di pietra lavica; il sorso è pieno e succoso, fresco e vellutatamente tannico, chiude su toni sapidi di frutta e spezie.

 Posted by at 10:15 am
gen 062019
 
il_retrocucina_newsletter

 

Ah, l’istante

Di solito, nei primi giorni dell’anno, così mi ha insegnato Nonna Agnese, si indossa qualcosa di nuovo e qualcosa di vecchio. Si ride e si piange. Si rifanno, in maniera quasi scaramantica, gesti familiari e mai dimenticati, si mettono nero su bianco, almeno si prova a farlo, progetti che bussano dal cassetto da anni.  Oggi è Domenica e riprendo la saga della newsletter domenicale.
E’ anche l’Epifania ma questo è solo un caso. Prendo in prestito, come spesso faccio, i versi di Nicola Dal Falco e li uso, sì li uso, per commentare l’incidente di percorso che costringe, ancora per poco, spero, mia mamma Marisa a riabilitare un femore rotto corretto da una protesi. Tutto questo per dirvi, anche da queste pagine, grazie. Siete affettuosi e molto vicini. Ci fa bene.
Forza mamma!

 

io-e-mamma-santo-stefano-ok.-jpg

 

Qualche sera prima avevamo mangiato da Mara e Antonio. Lo facciamo spesso perché con loro organizziamo incontri, giochi, eventi. Il 2019 comincia molto bene per la bella e giovane coppia di cuochi. Con una lunga e profonda presentazione/recensione sul portale Oraviaggiando. Che offre un servizio completo e anche qualcosa in più al viaggiatore che cerca dove fermarsi a mangiare e vuole essere sicuro della sua scelta. Complimenti Amaranti!

 

ok

 

Oraviaggiando è curato dal giornalista Giovanni Mastropasqua con la supervisione dello storico  Sandro Romano. Con i due insieme, ma anche con uno per volta,  gustare cibo e vino è un momento che ogni tanto mi concedo per crescere. Due palati allenati, sinceri e diretti. Entrambi sono anche ottimi cuochi. L’ultimo dell’anno passato Giovanni mi ha fatto un regalo. Che vi riciclo molto volentieri. Bello iniziare l’anno così!

 

cappelli-mastropasqua-con-agricola-turco-di-lesina-e-evo-di-peranzana

 

Ora vi porto in Sicilia. Una regione che amo particolarmente per i tanti motivi che potete immaginare. Uno di questi è l’amicizia. Con Martino Ragusa ci conosciamo da molti anni. Martino ha un simpatico Blog dove potrete seguire, passo dopo passo, le avventure di Pia Palmera. Fatelo. Vi scalderà il cuore.  E’ un caldo siciliano e fa bene all’anima.

 

cropped-pellegrino_su-fornelli-web

 

Continua il Premio Italia a Tavola e la prima manche finisce fra 10 giorni. Il 16 Gennaio e poi si ricomincia. Altro giro e potete rivotare. Per farlo, ora, cliccate qui.

 

250x100

 

Come sarà il nostro 2019? Daniela Nipoti ci aiuta a capire dove si spostano i pianeti che inviano influenze positive e  negative. Per trarre profitto da entrambe. Cliccate qui.

 

daniela nipoti

 

#ilretrocucinadicarlalatini su radioserena.net non si è mai fermato durante queste feste  e domani apre l’anno lavorativo effettivo con i nuovi progetti di VictorieGouloubi.

vic-web

Mercoledì ascolteremo, con molto piacere, Sara Vitali in tutte le sue vesti: editore, ufficio stampa, relazioni esterne e responsabile delle mostre itineranti riguardo l’Associazione Archivi Vitali. Per noi, nelle prossime puntate, sarà solo l’esperta di libri.

babbo-vitali-web

Venerdì andrà in onda la puntata intera della mia intervista a Pino Scaccia , qui sotto nella foto con l’eterno complice Kruger Agostinelli, circa il suo nuovo libro e quelli che verranno.  L’appuntamento è alle 10 e 30 sul web. In qualsiasi parte del mondo voi siate potete stare con noi, fuso permettendo.  Tanto, poi, ci ritrovate sul podcast.

pino-kruger-corpo

Me e Luca Tortuga. Il mio regista, la mia spalla, il mio tutto radiofonico, il mio pelapatate…

Buona Epifania!

firma_carla_small[1]

 

Se non desideri più ricevere la newsletter, clicca qui
 Posted by at 2:53 pm
gen 052019
 

Camminare la terra vuol dire rispettarla e amarla. Solo così Lei sarà tua complice e ti darà frutti buoni.
Molti slogan pubblicitari fatti da pubblicitari furbi hanno cavalcato questo pensiero.
Il mio amico Gino Veronelli, Luigi Veronelli, la sapeva lunga. Sulla Terra. Con la T Grande.
Ritorna sull’argomento con grande sensibilità e padronanza Raethia Corsini Levi.
Cliccate qui sul WallStreetInternational

Luigi-Veronelli-web

 Posted by at 8:56 am
gen 052019
 

Lascio a lei, alla mia Victoire, raccontare il suo nuovo progetto Make, taste & change.
Incontrare persone e prodotti. Conoscerli e trasformarli, attraverso l’esperienza appena vissuta e attraverso l’amore in un piatto. In una ricetta. Un cammino. Seguitela con me.
Cliccate qui. 

VICTOIRE NUOVA

 Posted by at 8:52 am
dic 312018
 

Stavo cercando le parole ma non le trovavo. Poi come d’incanto arriva in mio aiuto il poeta e scrittore Nicola Dal Falco. Mi mancano i suoi scritti e lui lo sa. Dopo l’incidente della mia mamma, l’ospedale, nuovi sorrisi e tanta fatica per la riabilitazione, caparbietà e parolacce che condiscono la giornata,  i versi di Nicola che leggerete qui sotto sono per noi, per voi, per tutti.

Ah! L’istante,
un participio presente,
dove stare non basta,
dove occorre una prua
per sprofondare
nella vulnerabile gloria
dell’attimo, simile
a una freccia che curvi
tra ora e l’orizzonte,

chiamato a sé dal ricordo
e ricongiunto al cerchio
del tempo che flette
e non si chiude.

io-e-mamma-santo-stefano-ok.-jpg

 Posted by at 4:42 pm
dic 312018
 

Cominciamo bene. Direi molto bene. Perché quando la pasta è fatta come si deve e il pomodoro quando si fa annusare racconta una storia di territorio, di cura e di eccellenza non manca nulla perché un banale e semplice piatto di pasta diventi un gran bel mangiare.
L’idea è di Giovanni Mastropasqua e delle sue frequentazioni di grande pregio. Fra cui noi.
Spaghetti Cappelli Originale 1915,  pomodoro Azienda Agricola Turco di Lesina e extravergine monocultivar da oliva Perenzana

cappelli-mastropasqua-con-agricola-turco-di-lesina-e-evo-di-peranzana

 Posted by at 4:09 pm
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers