admin

Gen 262020
 

La luce del buio

Prima di Natale il carissimo amico Guido Levi è andato a cercare la luce altrove. Il mio abbraccio infinito a Reathia Corsini Levi è fra queste righe. Francesca Joppolo lo racconta così. Leggete, vi farà bene. Nella foto Guido è con Luca Ronconi. 

Nel buio, sapete meglio di me, gli occhi si abituano e sanno dove trovare la luce. Dopo questa lettura che mi auguro abbiate fatto, andare avanti nella newsletter, per me, non è facile.

Oroscopo? A Guido sarebbe piaciuto. Daniela Nipoti ce lo racconta a modo suo. Mettendoci al corrente su quali saranno i nostri cibi consolatori e i cibi per tenerci in forma. Vuoi vedere che, per una volta, coincidono? Cliccate qui

E adesso ci incamminiamo verso la  Cena Didattica Gourmet Experience di Accademia Chef’s. Da Madrina, quale sono, mi sono portata una ‘curva Sud o Nord (scegliete voi)’ colta, intelligente e scatenata. Leggete qua.  Sotto La transumanza della vongola dei miei spaghetti Cappelli.

Il merito va a Valerio Giovannozzi, Chef insegnate e resident della scuola. Prima di lui c’era Mariano Narcisi. Che ora dirige un locale tutto suo che si chiama Ma.To. Ci sono stata. Cliccate qui.

A proposito di locali di successo. Siete mai stati a Focene? Avete idea di dove sia? A pochi km da Fiumicino c’è Bar Grandi, Ristorante Pizzeria. Soliti piatti canonici, solite ricette, qualche variazione. Una rassicurante e buonissima garanzia. Cliccate qui. Nella foto il nuovo formato le fettuccine con granchio e SanMarzano.

Bontà delle Marche, ad o in Ancona, se siete anconetani meglio in, propone dal 1995 le vere bontà marchigiane. Una sana follia allora, una lucida follia oggi. Con Gabriele Capanelli  siamo amici da quella data. Tante sono le avventure e disavventure (se non vivi non sai cosa sono) che ci fanno continuare a stare insieme. C’era anche Carlo. Cliccate qui.

Ancona pochi giorni e il Premio Italia a Tavola arriva al terzo turno. Chi rimarrà? Giada Farina fra i pasticceri e Giovanni Mastropasqua fra gli opinion leader, sono i miei preferiti. Votate, votate, votate qui

Domani mattina alle 10 e 30 sul web a Radio Serena per #unavitadacuoco c’è lo Chef Augusto Pasini

Martedì, edizione straordinaria, con Maria Pia CastelliI Giorni della Merla, i prossimi 1 e 2 Febbraio, non avranno più segreti.

Mercoledì Flavio Cerioni si confronta con Giovanni MastropasquaAntonio Di Guglielmo e Mara Palanca alla mia domanda: ‘Dove va la cucina nel 2020?

Giovedì va in onda la registrazione dell’intervento di Maurizio Digiuni per l’inaugurazione dell’anno scolastico di Accademia Chef’s con la ricetta di Laura Assenti

Venerdì Daniela Nipoti, dal vivo, ci racconta che cosa stanno preparando per noi i pianeti nel mese di Febbraio e quali sono gli ingredienti preferiti da ogni segno. Nella foto Daniela è con il poeta Gianfranco Corona. 

Guido starai ridendo delle mie chiacchiere. Ne sono felice e ti penso ovunque tu sia.

Buona Domenica e buon prossimo mese

Se non desideri più ricevere la newsletter, clicca qui
 Posted by at 7:28 am
Gen 242020
 

E’ il nome del secondo Starter della cena didattica Corso Gourmet Experience ad Accademia Chef’s dello scorso 22 Gennaio. Sono, ormai ufficialmente, la Madrina della scuola. Un ruolo impegnativo. Per questa prima serata 2020 mi sono portata i rinforzi. Sono con Rosaria Morganti e German Scalmazzi. Accanto a loro Giovanni Mastropasqua, Sandro Romano, Luca Tortuga e Maurizio Digiuni.

La brigata degli esami con Romano e Mastropasqua

Valerio Giovannozzi, insegnante e chef resident, ha deciso, con gli allievi che partecipano a questo esame, una degustazione a sorpresa di cui leggiamo solo i nomi dei piatti e le loro collocazioni a menu. Non ci è dato di sapere nulla. Nemmeno Roberto Morello, patron e direttore, lo sa.

German Scalmazzi, Mastropasqua, Rosaria Morganti, Morello, Sandro Romano

La nostra curva, Nord o Sud che sia, è un angolo attento che scommette sugli ingredienti, assaggia. Critica, costruisce, apprezza. Applaude.

Ci guida dentro il menu l’allievo Raffaele Angotti che viene da Catanzaro. Le mie origini calabresi si scaldano. E’ bravo, sicuro e sorride.

Brodo di tutto

Brodo di tutto è il nome del primo starter. Una ciotolina calda al punto giusto arriva sotto il nostro naso. Arrivano anche profumi forti, come di carne, di zenzero, di tartufo. Beviamo e ne vorremmo ancora. La mia curva dice: ‘Buonissimo‘ Sandro Romano: ‘E’ da tempo che penso che il brodo vada rivalutato.‘ Angotti ci spiega che tutto sta per tutti gli scarti degli ortaggi, dal culetto verde della carota alla buccia della cipolla. Rosaria conferma che il sapore finale è questo qui. Tartufo e zenzero fanno il resto.

Gioco di testa e gioco di cuore

Gioco di testa e gioco di cuore giunge su un tagliere. Un rettangolo alto da mangiare in due morsi, una pallina in uno solo. Per Digiuni è come giocare in casa. Riconosce subito la coppa di testa e la tartare di gambero rosa sopra. German, Giovanni e Sandro vivisezionano la pallina. Per loro è una tartare di cuore di manzo impanata nella polvere della tenera ascolana con buccia di limone.

Le “cazole”

Ma come si dice ‘cazole’ in dialetto sanbenedettese? E in calabrese? Le cazole, li cazoli o i cazzoli, sono le uova crude e piccole del merluzzo o della mazzolina. Di solito si mangiano così appena scaldate da companatici vari. Raffaele racconta che queste sono state essiccate e grattugiate sopra una foglia di scarola lavorata all’anisetta. Profumo che la mia curva aveva identificato subito. Di fronte a me c’è Marco Rosati.

Tutto in un boccone

In un generico cucchiaio da finger ecco Tutto in boccone. Sembra ed è un tuorlo. Angotti consiglia di mangiarlo con il pane appunto in un sol boccone. Evito il carboidrato. Sono con nonna Agnese la mattina di Pasqua. Frittata con la coratella. Il suo grasso piacevole mi rimane in bocca. Le sue parti croccanti aggiustano il sapore. L’uovo è cotto a bassa temperatura. Qualcuno fa scarpetta con la pizza e i pani fatti in casa. Nel cestino, qua e là, julienne di trippa fritta fanno un goloso capolino.

Di terra o di mare?!

Di terra o di mare?! Ci fa esclamare un sommesso oh! Il naso di German parte veloce e dice: ‘C’è l’ostrica e questo verde è un germoglio di cetriolo‘. ‘E la trippa‘ incalza Giovanni. Frettolosi e curiosi assaggiamo ma veniamo bloccati da Noemi Ciabattoni. L’ancella di Valerio deve arricchire il piatto con un brodo profumato di trippa di baccalà. ‘Il porto‘ annusa German. ‘Mi dispiace di non averlo pensato io.’ si rammarica Rosaria. ‘Se fossimo da Uliassi andremmo in cucina a baciargli i piedi.’ Mastropasqua. Avrete capito che la mia curva è un po’ facinorosa. Deve essere così. Divertimento puro e colto. Soddisfazione piena per i ragazzi in cucina.

L’Abruzzo

Si chiama L’Abruzzo l’ultimo antipasto. Luca Tortuga ci vede la forma della regione, la neve sul Gran Sasso, gli altipiani, le greggi e il mare. Ma si sa la fantasia dei DJ ragiona a suon di musica. ‘5 ingredienti che non si esaltano’ critica German. La curva si divide. ‘ Si sente solo il cacio marcetto.’ mi permetto di dire. Raffaele ci svela che questo piatto è stato creato solo per far venir fuori il cacio. In fondo ci sono riusciti.

La transumanza della vongola

Ma che belli che sono i titoli dei piatti. Che gran lavoro è stato fatto anche qui. La transumanza della vongola sembra un semplice spaghetto Cappelli con le vongole. ‘Sguscite come si fa per il sushi‘ suggerisce German che, se questo fosse un gioco a premi, sarebbe il concorrente con più punti totalizzati. Entra Laura Assenti con una pentola bollente e ci versa un brodo incolore dal grande sapore. Fermi non mangiate! Passa Angotti e ci grattugia della buccia di limone. Il brodo di midollo di vitello è molto potente. A qualcuno della mia curva non piace. La mia intima soddisfazione è che fra brodo, vongole e limone i miei spaghetti Cappelli fanno una grande figura. Mannaggia a me e quando l’ho detto! Sandro Romano, amico caro!, spiega alla tavolata attenta tutti i plus di una pasta artigianale vera, Carlo, si c’è anche lui ma si è volutamente allontanato dalla curva dei critici, parla di cena quantica e delle antiche varietà di Strampelli. Per noi della curva le solite cose. Per gli altri argomenti da approfondire. Leo Bollettini stimola Carlo. E chi lo ferma più?

O’turcinieddu

O’turcinieddu potrebbe avere qualsiasi origine dal Molise alla Puglia, dalla Campania alla Sardegna. Involtini di fegato di agnello ripieno del suo cervello avvolti nella sua rete. Accanto friggitelli come vuole la tradizione. ‘Un piatto maschio‘ esclama German. Per Sandro Romano la cottura è perfetta. Così per tutti noi.

Albero di limoni

Poi scende un brusio di sottofondo. Forse è un po’ tardi. Vediamo sparecchiare i cuochi dell’altro corso che si sono prestati a fare, egregiamente, i camerieri e notiamo strani movimenti nella sala dei cooking show. Raffaele spinge un carrello su cui un alberello di kumquat si pavoneggia ricco di frutti gialli. Un effetto speciale già visto ma, a questo punto, inaspettato va scivolare nuvole di azoto liquido mentre Noemi coglie i frutti. Ci tocca ora l’Albero di limoni, un ovetto di cioccolato bianco ripieno di gel fluido di limone, burro di cacao succo. Solo uno?

Latte per tre

Il dessert è un gioco sul latte e nel latte. Latte per tre, ce ne vorrebbero tre dice golosa la curva, è fatto con crumble al latte, gelato alla vaniglia e dulche de leche.

Foto di gruppo con Sandro Romano

Ma Valerio Giovannozzi dov’è? L’ho intravisto ogni tanto molto preso con Noemi e Laura. Roberto Morello lo invita a parlare. Un applauso lo travolge. ‘Prima di Natale abbiamo dedicato la cena didattica ai grandi classici moderni. Potevamo fare una cena fusion. Abbiamo deciso di optare per il quinto quarto. Sapori e ingredienti forti. Che sanno intensamente di terra, di stalla, di mare, di porto, di ricordi e di vita. Un viaggio nel centro dell’Italia.’ Gli occhi gli brillano di commozione e di contentezza. ‘Volevamo farvi gli occhi di agnello che io adoro. Sarà per la prossima volta.’
Dove va la cucina nel 2020?‘ Gli domando beccandolo fra un abbraccio e un bacio come fosse una star. Mi risponde come dice da mesi German Scalmazzi e come pensano da sempre Rosaria Morganti e Maurizio Digiuni: ‘ Si riappropria del passato per guardare al futuro.’

 Posted by at 4:15 pm
Gen 212020
 

ARIETE

Energia e vivacità vi consentiranno di movimentare il mese di febbraio e di renderlo molto gratificante grazie a stelle propizie. Potrete condurre in porto i vostri programmi o lanciarvi nella preparazione di quel piatto gustoso che sognate da tempo: il Sole, Venere e Marte vi sorridono e dinamizzano le vostre giornate.

TORO

La forma fisica non sarà al top e vi converrà limitare le abbuffate, specie di salame campagnolo e formaggio. La fortuna e una dose extra di lucidità vi accompagneranno nella realizzazione dei vostri progetti, anche quelli più ambiziosi. Non mostratevi timidi o insicuri di voi: lanciatevi nella mischia senza alcuna remora contando sull’appoggio di Plutone.

GEMELLI

Le stelle consigliano di non mettere troppa carne al fuoco: rischiereste di bruciare tutto e di ottenere risultati modesti. Prendete invece tempo, fermatevi a riflettere e perfezionate i progetti per il futuro. Fino al 18 vi sentirete come un flute di champagne, effervescenti e pronti a dare il via alle iniziative più coinvolgenti. Sarà soprattutto la sfera amorosa a darvi la spinta giusta.

CANCRO

Febbraio parte lentamente, fornendovi però gli strumenti giusti per prepararvi alla rivincita. Dal 18 con l’ingresso dei pianeti in Pesci, sentirete una ventata di ottimismo e di carica positiva in tutte le vostre attività. Un pizzico di fortuna in più vi consentirà di condurre in porto i vostri progetti. Venere consiglia pazienza e tolleranza in amore.

LEONE

Febbraio si preannuncia con qualche momento di stanchezza e scarsa motivazione, inoltre il Sole in Acquario vi rende distratti e approssimativi fino al 18: attenzione a non mettere il sale al posto dello zucchero nel caffé. Luminosa la vita sentimentale grazie a Venere e a Marte propizi: in arrivo nuovi incontri e rappacificazioni dolcissime.

VERGINE

Marte in Sagittario vi farà i dispetti, rendendovi suscettibili come non mai, pronti ad attaccar briga con chiunque vi capiti a tiro, ma vi converrà tenere sotto controllo l’aggressività per evitare passi falsi. In certi momenti vi sentirete come una maionese impazzita, e dovrete ricominciare tutto da capo. Per fortuna, Giove in Capricorno vi protegge e vi regala buone occasioni.

BILANCIA

Una dose extra di ottimismo e di voglia di fare vi accompagneranno in questo periodo, grazie alla presenza del Sole nel segno dell’Acquario e saprete affermare la vostra personalità nel modo migliore, ottenendo così successi e gratificazioni in ogni ambito. Limiterete dolci e patatine fritte per lanciarvi in nuove, stuzzicanti avventure amorose.

SCORPIONE

Avrete a disposizione energie e fascino a volontà, ma sarete piuttosto distratti a causa dell’ostilità del Sole fino al 18 nello svolgimento dei vostri compiti quotidiani, rischiando così di saltare appuntamenti o di bruciare il ragù. Non sovraccaricatevi di impegni, bensì ritagliatevi un po’ di tempo solo per voi, magari in compagnia della persona del cuore.

SAGITTARIO

Anche se stanchezza e distrazione vi affliggeranno nel corso del mese, non vi faranno difetto intraprendenza e fascino promossi da Marte nel segno e da Venere in Ariete, i quali vi forniranno le armi vincenti per raggiungere i traguardi che vi stanno a cuore. Allargherete la vostra sfera d’influenza come una quiche che lievita in forno, espandendo il profumo tutt’intorno a voi.

CAPRICORNO

Il cielo di febbraio si prospetta favorevole all’avvio di nuove iniziative. In forma smagliante e ricchi di energia psicofisica, sarete più socievoli e disponibili del consueto, ottenendo successi gratificanti con maggiore facilità. Qualche tensione nella vita sentimentale a partire dal 7, con momenti di nervosismo nella vita a due.

ACQUARIO

Intuito e prontezza di riflessi, promossi dal Sole nel segno fino al 18, saranno le carte da giocare per risultare vincenti in ogni settore, specie in quello professionale. Sarete concentrati ed efficienti, perfettamente in grado di segnare punti a vostro favore. Momenti sereni in amore, da vivere a tutto gas, magari lasciando la cena a raffreddarsi sul tavolo.

PESCI

Periodo scintillante e molto vivace,  ricco di novità sia nel lavoro che nella sfera amorosa, dove brillerete per il vostro fascino e spirito d’avventura. Ogni conquista sarà facilitata da un invito a cena in un ristorantino, dove gustare sushi a volontà. In lenta ma inesorabile ripresa il settore professionale ed economico.

 Posted by at 8:54 am
Gen 192020
 

Comincia ricordando il visionario passato, il combattente presente e il futuro che sarà costruito su solide basi di artiginato, professionalità, fantasia e lungimiranza. Ci diciamo che siamo sempre troppo avanti.

Carlo Latini, io, Gabriele Capannelli

Pionieri di progetti che ora vanno con le loro gambe. Stracopiati da tutti.
Oggi, dopo 25 anni insieme, possiamo dirlo con grande sicurezza.

Grano Duro Cappelli, Grano Duro Gianni

Senza timore alcuno di essere smentiti. Noi abbiamo le prove di quanto creato e le fonti di ispirazione. Noi siamo io, Carlo Latini e Gabriele Capannelli. Una vita di amicizia e lavoro condivisi. Non a caso siamo a casa di Bontà delle Marche. Il primo mattone di una costruzione più grande. Fatta di bontà.

Raccolti campi sperimentali 1995


Vi faremo sapere. Grazie Cristina Miseo per la regia.

 Posted by at 9:49 am
Gen 192020
 

Guido ‘Lucifero’ Levi è andato a cercare la luce in un’altra dimensione. Forse nella sua amata Africa. Forse su una nuvola. Gli amici e le amiche di Raethia Corsini Levi sono stretti, da allora, attorno a lei, in un vero affettuoso virtuale abbraccio. Grazie Francesca Joppolo per aver ricordato così il carissimo Guido.

Luca Ronconi con Guido Levi
 Posted by at 7:59 am
Gen 142020
 

… sono solo alcuni dei segreti del successo di Bar Grandi a Focene, vicino Fiumicino. Gli altri sono gentilezza, ampi locali dentro e fuori, competenza e velocità. Qualcuno lamenta che i piatti sono sempre gli stessi e variano secondo il pescato del giorno. Qualcuno è felice di trovare sempre le stesse proposte. E va lì proprio per questo motivo. Perché nel rutilante mondo della creatività culinaria, a volte forse anche troppo spinta, sapere che se vogliamo mangiare un ‘normale’ bel piatto di spaghetti grandi con mazzancolle, gamberetti, scampi, pomodorini e il mitico profumato prezzemolo fresco, come quello in home page e qui sotto, c’è un posto che ci rassicura e ci fa sentire sazi e contenti.

Spaghetti grandi mazzancolle, gamberetti, scampi e pomodorini

Qualcuno lamenta che le porzioni sono troppo abbondanti. Qualcuno è felice di ciò. Vi consiglio una sosta. Il profumo di mare ‘fresco’ che sentirete entrando è uno dei protagonisti di questo film. Un classico che non smetterete mai di rivedere. E ora alcune delle attuali proposte a menu. Vi sembrano poche e poco assortite?

Fettuccine al granchio con pomodoro fresco e basilico
Bucatini cozze e pecorino
Spaghetti grandi con vongole e pomodorini
Mezzi schiaffoni alla carbonara di storione
Fettuccine allo scoglio
Trucioli gamberi e pomodorini
 Posted by at 8:17 am
Gen 122020
 

Qualcosa di nuovo, di vecchio e di prestato

Qualcosa di nuovo:
La mia sosta piacevole al Marchese del Grillo di Fabriano che avete già ascoltato a radio serena.net lo scorso Venerdì. Un incontro per me rinnovato con Serena e Mario D’Alesio. Cliccate qui.

Il Sotto la Toque di Gennaio con Gregori Nalon. Cliccate qui.

Eat.Mi la nuova guida gastronomica etica nata dal corso di formazione ‘scrivere con gusto‘ curato da Valerio M. Visintin. I miei pensieri li trovate qui.

Qualcosa di vecchio:
Il Premio Italia a Tavola Personaggio dell’Anno che da molto tempo accompagna i primi giorni dell’anno. Per votare e cambiare le sorti dei vostri preferiti che hanno superato il primo turno cliccate quiFra gli opinion leader spiccano Giovanni Mastropasqua e Valerio M. Visintin. Datevi da fare!

L’Oroscopo di Daniela Nipoti, con me dal 1997, più vecchio e stabile di così?, per tutto il 2020. Cliccate qui.

Qualcosa di prestato:
Le mie partecipazioni alle MasterClass di Accademia Chefs. Sono una scolara diligente che restituisce le dispense che le vengono prestate. Una grande cena didattica intitolata I Grandi Classici-Moderni ha chiuso lo scorso anno e ha accolto il nuovo. Cliccate qui.

La prima MasterClass dell’anno è stata con Paolo Brunelli. La sua lezione, di quasi 6 ore a ruota libera, è stata la migliore dispensa mai ricevuta. Non so mica se la restituirò! Cliccate qui.

Domani ne #ilretrocucinadicarlalatini a radio serena sul web alle 10 e 30 con Luca Tortuga, impariamo a ballare il country con le amiche di Mad Boots Country Dance e le ricette tipiche del country americano, irlandese e catalano.

Martedì torna la bellissima Angelica Amodei con il nuovo numero di Facile con Gusto di Gennaio.

Mercoledì inizia ‘la saga marchigiana’ di Franca Foffo e Friends. Va in onda la tavola rotonda organizzata prima della serata del 13 Dicembre da Locale a Recanati. Protagonisti Franca FoffoAntonio PaolinoGerman ScalmazziSara PandolfiLuca TornatolaGianluca Guidi, Chiara Canale. Domanda, la mia: dove va la cucina nel 2020?

Venerdì Cristina PesaroAssociazione Qua La Zampa Onlus, ci racconta cosa e come fare per dare sostegno ai volontari che si occupano del recupero e della sistemazione di cuccioli di animali abbandonati. Insieme a Franca Foffo saranno protagonisti Mara Palanca e Antonio Di Guglielmo molto sensibili all’argomento da sempre.

Che sia un anno buono per tutti noi! 

Se non desideri più ricevere la newsletter, clicca qui
 Posted by at 8:05 am
Gen 042020
 

Durante la lunga Master Class tenuta da Paolo Brunelli il 3 Gennaio scorso all’Accademia Chef’s a San Benedetto del Tronto, il Patron Roberto Morello aveva previsto una breve pausa pranzo. Breve ma intensa. Lo conferma l’interesse con cui Rosaria Morganti ha assaggiato ogni portata. Chef, ideatore e proprietario di Ma.To, Ma sta per Mariano e To significa, credo almeno per me, la forma contratta di Tutto, è Mariano Narcisi il primo Chef Resident insegnante in Accademia. Un ragazzo bello e bravo, all’apparenza mite e pacato. Che prende fuoco e coraggio davanti ai fornelli e alle sue idee. In cucina, nella foto in home page con lui, due stagiste accademiche Sara e Simona.

Roberto Morello, io Mariano Narcisi, Rosaria Morganti, Paolo Brunelli

Dopo Ma.To ci sono le parole fish food evolution. E che vuol dire? Leggete il menu che funge da tovaglietta e capirete che qui potrete farvi un viaggio dentro le ricette più classiche che riguardano il pesce nelle sue tante declinazioni contaminate con grazia e cultura da incastri di ingredienti che danno un tocco personale all’arancino piuttosto che al tataki. Venite con me che lo scopriamo insieme…

Mariano con Sara e Serena in cucina

Mariano dice facciamo noi. E noi a tavola rispondiamo fai tu. Sarebbe da assaggiare tutto. Il tempo è poco. Ma il trio culinario sorride sicuro. Cominciamo con gli arancini di mare. Un dentro e fuori molto gustoso.

Arancini di mare, crema di piselli e pachino fritto

In onore di Paolo Brunelli poteva mancare il gelato? Lo stecco di baccalà e caponata ha sapori ben distinti e visibili, la crema di carote alla vodka è la base sgrassante voluttuosa. Fino adesso la formula: protagonista principale, le sue verdure e la sua crema la trovo ben equilibrata. Sbircio Rosaria che mastica lentamente. Così mangia un vero cuoco.

Beach magnum di baccalà e caponata di verdure con crema di carote alla vodka

Morello mi dice che dall’apertura ad oggi Mariano ha esaltato il polpo in diverse versioni. Questa è la numero 3. Come in una serie televisiva. Rimane l’eroe, cambiano trama e attori. Questo cestino è veramente niente male e il polpo fritto è croccante fuori e tenerissimo all’interno.

La piovra 3 Cestino di polpo cbt fritto con mix di fritti in tempura
panino impasto al lime, polpo grigliato, cime di rapa stufate, cipolla rossa in agrodolce e crema di bufala

Adoro mangiare con le mani. E fin qui non mi sono accorta di avere a destra forchetta e coltello adagiati sul loro ‘poggia’ griffato. Lascio lì le mie posate e mi tuffo dentro questo panino che gronda, felice, di crema di bufala.

panino impasto cereali, tartare di tonno, cavolo viola marinato, mozzarella di bufala e avocado

Due riflessioni: gli impasti dei panini sono originali e ben fatti, i contrasti dei colori, lo potete notare in tutte le foto, sono accesi, definiti. E sono tanti. Mariano Narcisi gioca con i colori con audacia. Colori che fanno già sentire profumi e sapori. Una caratteristica della sua personalità che avevo già, piacevolmente, notato in Accademia.

Salmone gravalax con crema di piselli, cialda di riso e polvere di olive nere

Prendiamo la forchetta per gli ultimi due piatti. Io fare ancora con le mani ma mi adeguo. Ri-sbrircio Rosaria e incrocio lo sguardo di Brunelli di fronte a me. Cerco gli occhi di Morello. Il Direttore è felice dei risultati del suo ex Chef Resident. Le crescite sono dei traguardi per tutti. Soprattutto per chi le ha seguite fin dall’inizio.

Tataki di tonno, crema al peperone, maionese allo zenzero e spugna al caffè

Qui il gioco si fa ancora più duro. Cucinare con il caffè non è facile. Si rischia di appiattire e rendere amaro ogni boccone. Questo tonno è leggiadro. E ho detto tutto. Siamo nei tempi stabiliti dalla veloce pausa pranzo. Abbiamo mangiato molto bene, siamo leggeri e soddisfatti. Abbiamo assaggiato solo alcune delle tante proposte intorno al mondo che Mariano scrive nel suo menu. Che è bizzarro e simpatico nei nomi e nei percorsi. Non vi svelo altro perché dovete venire di persona ad assaggiare.

Io e Roberto Morello

Vanitosi come non mai io e Roberto Morello ci facciamo un’altra foto al sole. Perché? Boh? Mi dice lui. Intanto teniamola. Mentre andiamo fra baci e abbracci scende la mia concentrazione e mi accorgo che il locale è pieno. Bravo Mariano Narcisi. Adesso che ti ho trovato non ti lascio più.

 Posted by at 6:51 pm
Gen 042020
 

Per il 12° anno consecutivo, il web dei sapori è impegnato nel voto enogastronomico “Premio Italia a Tavola” sondaggio popolare online che si propone di lasciare al pubblico la possibilità di votare chi ha rappresentato al meglio, nell’ultimo anno, il settore dell’Horeca e dell’enogastronomia italiana. Nell’edizione in corso, per la prima volta da quando è stato presentato il primo sondaggio, entra nella classifica dei 36 migliori opinion leader italiani, Giovanni Mastropasqua, ideatore e direttore della guida ristoranti made in Fano Oraviaggiando.

Chi sarà il personaggio dell’anno dell’enogastronomia e dell’accoglienza italiana? L’amatissimo sondaggio online di Italia a tavola, diretto da Alberto Lupini ancora una volta si fa termometro del “sentiment” popolare attraverso un concorso diviso in 6 categorie: Cuochi, Pizzaioli, Pasticceri, Sala e Hotel, Barman e Opinion leader. Il  “Premio Italia a Tavola” si propone di lasciare al pubblico la possibilità di votare chi ha rappresentato al meglio – nell’ultimo anno – il settore dell’Horeca e dell’enogastronomia italiana.

La guida online differente

Tra i motivi che hanno portato Giovanni Mastropasqua ad essere considerato tra i più apprezzati opinion leader del momento, c’è sicuramente l’idea di fondo che è alla base del manifesto della guida fanese: su Oraviaggiando, non esistono classifiche. Una mappa divisa per categorie permette di selezionare la tipologia di ristorante ideale tra cucine creative, osterie, pizzerie, trattorie e cucine etniche. E poi le recensioni dei ristoranti: queste sono scritte esclusivamente da gastronomi e giornalisti professionisti a garanzia di consigli sempre affidabili e sempre su misura su dove mangiare in Italia. Negli ultimi anni Giovanni Mastropasqua si era fatto portavoce di una battaglia mediatica contro Tripadvisor, reo di stilare improbabili classifiche per via di un sistema senza controllo e facilmente manipolabile. Negli ultimi anni Mastropasqua si è battuto per la creazione di un sistema di controllo delle opinioni attraverso l’uso dello scontrino e per la tutela della reputazione di chef e ristoratori.

Come votare il personaggio dell’anno

In questo momento siamo nella prima fase delle tre votazioni. Tutti possono votare senza obbligo di iscrizione e senza dover lasciare il proprio indirizzo email. Basta collegarsi all’indirizzo web www.italiaatavola.net/premio-iat/2019 e mettere la spunta sul candidato preferito. Per chi volesse sostenere la candidatura di Giovanni Mastropasqua, dovrà scorrere nella sezione “Opinion Leader” e lasciare la propria preferenza cliccando sulla sua foto. E’ possibile lasciare fino a 4 preferenze differenti nella stessa votazione. La prima fase del sondaggio si concluderà il 5 gennaio. A seguire, il 26 gennaio e l’ultima il 16 febbraio.


Come lo scorso anno le votazioni si svolgeranno in tre turni: al termine del primo e del secondo turno il numero dei candidati in ogni categoria sarà ridotto, passando da 36 a 12 e poi da 12 a 6; nel terzo ed ultimo turno i 6 candidati più votati al secondo turno si sfideranno per la vittoria del titolo di Personaggio dell’anno nella propria categoria di appartenenza. Col passaggio al turno successivo, i candidati ripartiranno tutti da zero voti.

https://www.italiaatavola.net/premio-iat/2019
 Posted by at 3:18 pm
Gen 042020
 

Oroscopo 2020

ARIETE

Qualche tensione creata dall’ostilità di Saturno toccherà soprattutto i nati nella terza decade. Agite con calma e saggezza: se state vivendo una situazione inadeguata nel lavoro o in amore, avrete la forza di liberarvi, con fatica, di tutti i legami che non vi gratificano più. Vi attende un’annata impegnativa, anche dal punto di vista economico, ma saprete districarvi al meglio.

TORO

Con Giove, Saturno e Plutone in Capricorno sarete in una botte di ferro e nulla potrà scalfirvi. Sarete sostenuti da una grande forza d’animo e capacità strategica per risolvere ogni problema. Logica e intraprendenza saranno le vostre carte vincenti, ideali per raggiungere le vette alle quali aspirate. Urano nel segno influenzerà i nati in aprile, consentendo loro di cambiare lavoro, vita personale o situazione affettiva. Plutone incrementerà le ambizioni più segrete destinate a concretizzarsi.

GEMELLI

Situazione incerta nel 2020: il vostro cielo appare sostanzialmente sereno, anche se Nettuno infierisce sui nati nella seconda decade insinuando una certa inquietudine, sottili malinconie, incertezze operative. Sorvegliate le spese e il pessimismo. Qualche bagliore positivo vi interesserà  nella seconda parte dell’anno, beneficati dall’influsso di Marte in Ariete.

CANCRO

Saturno contro vi richiederà impegno e fatica,  mettendovi di fronte ad alcuni nodi che verranno al pettine, ma li scioglierete con forza e saggezza. Urano in Toro vi renderà più pratici, concreti come non mai nelle decisioni sostanziali. Nettuno favorirà mutamenti radicali per la seconda decade. Urano vi sorriderà, fornendovi eccellenti occasioni nel lavoro e in amore.

LEONE

Nel 2020, se dovrete tagliare rami secchi, fatelo con cautela: Urano in Toro non perdona passi falsi. Il suo potente influsso costringerà i nati in luglio a eliminare il superfluo per ricominciare daccapo. In primavera periodo fortunato in amore, nella seconda parte dell’anno Marte in Ariete vi renderà grintosi e vincenti più che mai.

VERGINE

2020 eccellente, ricco di ottimi e stimolanti influssi astrali. A proteggervi saranno Plutone, con la sua carica di ambizione, Saturno con la sua forza autorevole e Giove portatore di fortuna. Periodo ideale per dare avvio a progetti di ampio respiro, destinati a durare nel tempo, per regalarvi successi e gratificazioni. La vostra carta vincente sarà la stabilità, che otterrete sia in campo professionale che affettivo.

BILANCIA

Nel 2020 Saturno in Capricorno tenterà di mettere i bastoni fra le ruote, ostacolando la realizzazione dei progetti e richiedendo scelte importanti ai nati nella terza decade, ma sapranno cavarsela al meglio. Dovrete contrastare gli influssi di Plutone che tenterà di farvi cadere in alcune trappole, specie se nati nella terza decade. Vi rifarete a gennaio 2021, con Giove che tornerà a farvi sorridere con la sua  carica di ottimismo.

SCORPIONE

In pole position grazie a Giove, gestirete al meglio ogni influsso positivo riuscendo a trarne notevoli vantaggi. A causa dell’ostilità di Urano, se siete nati in ottobre, dovrete liberarvi di zavorre ormai inutili, magari legate a un lavoro inadeguato o a un amore deludente. Il buonsenso promosso da Saturno in Capricorno, unito alla forza creatrice di Plutone, saranno la vostra migliore difesa.

SAGITTARIO

Astri contrastanti nel 2020: con Nettuno in Pesci sarete costretti a prendere le distanze da molte situazioni che vi pesano, ma saprete muovervi con estrema scioltezza e rendere più agevole e rapido il vostro cammino. Siate cauti nella gestione economica. Nettuno potrà rendervi irrequieti e insoddisfatti, pronti a fuggire verso mete sconosciute, ma vi converrà invece essere più concreti evitando le false chimere.

CAPRICORNO

Grazie a Saturno e a Plutone nel segno e a Nettuno in Pesci, saprete elevare alla massima potenza gli sforzi per ottenere ciò a cui aspirate, e il successo non potrà che premiarvi. Contate su Giove propizio: raccoglierete frutti abbondanti in ogni settore della vostra vita. Denaro in crescita. Anche Urano in Toro aiuterà i nati in dicembre a dare una svolta radicale alla loro esistenza.

ACQUARIO

Con le giuste strategie e tanto buonsenso procederete come carri armati verso l’attuazione dei vostri progetti, anche se incontrerete alcuni ostacoli. Urano vi richiederà grande impegno e fatica, mettendovi di fronte a una serie di nodi che verranno al pettine, ma saprete districarli con forza e saggezza. Marte vi proteggerà nella seconda parte dell’anno.

PESCI

Con le giuste strategie e una dose extra di razionalità, promosse da Saturno e Plutone in Capricorno, procederete come carri armati verso l’attuazione dei vostri progetti. Giove, in transito in Capricorno, vi regalerà successi e fortuna, sia nel lavoro che nella sfera affettiva. La situazione economica sarà in netto miglioramento, e Nettuno nel segno vi proporrà importanti trasformazioni.

 Posted by at 2:01 pm
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers