Set 232012
 

Luigi Sforzellini, il nostro cuoco della riflessione gustativa finale, questa volta si esibisce con Ida Guglielmotti… ecco la ricetta dei fusilli compresa riflessione.

Le origini, Luigi Sforzellini racconta: La ricetta dei Fusilli, è nata dal mio argomentare dinamicamente con l’amica Ida Guglielmotti sulle potenzialità della pasta e sulle varie sfumature di gusto ottenibili dal suo accostamento…….a ingredienti di varia origine e natura…….a volte non comunemente accumunabili tra loro……

Da questo amichevole e mentalmente intrigante, nonché acceso confronto verbale,….pochi giorni fa, ha preso corpo una ricetta di primo piatto. Che assieme ad Ida abbiamo poi donato ai nostri ascoltatori, raccontandola durante la nostra trasmissione giornaliera sulle frequenze di radioinblu.

Ingredienti:

320 g di fusilli– 220 g di salciccia dolce sbriciolata a pezzettini – 160 g di radicchio rosso lungo tagliato a striscioline – 80 g di uova di trota in marinata di sale – 90 g di scalogno tritato – 10 g di aglio tritato – 5 g di curry in polvere – 1 dl di latte di soia – 10 g di timo tritato – 50 g di mandorle a filetti tostate – 5 g di lecitina di soia in polvere – 1 cl di grappa bianca – 2 cl di olio di oliva extravergine – sale qb.

Procedimento:

Mettere in una terrina le uova di trota, unire la metà del timo tritato, mescolare delicatamente. Versare il latte di soia stemperato con la lecitina di soia, mescolare delicatamente e fare profumare per trenta minuti, conservare coperto con carta pellicola in frigorifero.

Stemperare in una terrina la grappa con il curry in polvere e poco olio di oliva, fino a creare un composto cremoso e leggermente montato, conservare coperto con carta pellicola in frigorifero.

Mettere in un tegame dell’olio di oliva e portare a temperatura, unire gli arrosticini di salciccia e fare rosolare per dieci minuti a fuoco vivace.

Scolare con un passino a maglia fine il grasso di cottura.

Mettere in un tegame con dell’olio di oliva a temperatura il radicchio e fare rosolare a fuoco vivace per dieci minuti, unire lo scalogno e l’aglio, mescolare e fare rosolare ulteriormente per alcuni minuti.

Aggiungere gli arrosticini di salciccia, mescolare e fare profumare il tutto per pochi attimi, unire il composto di grappa e curry, mescolare.

Salare in proporzione e fare cuocere per dieci minuti.

Cuocere in abbondante acqua bollente salata in proporzione i fusilli.

Scolare  la pasta a cottura al dente e versare nel tegame con la salsa di salciccia e radicchio. Aggiungere il composto di uova di trota e latte di soia e il restante timo tritato, mescolare e fare mantecare con poco olio di oliva. Servire i fusilli al centro dei piatti, condire con la salsa restante, cospargere la superficie con i filetti di mandorle tostate.

Firmare la preparazione con un filo di olio di oliva extravergine.

Riflessione Gustativa: Una preparazione in cui la forte tempra del curry, viene plasmata e controllata dalla grappa e dalla dolce linearità donata dal latte di soia, il tutto posto su timbri gustativi complessi come quello delle uova di trota dal gusto leggermente piccante e salacido-dolciastro. Gli arrosticini di salciccia e il radicchio, attori principali della culinar-story si trovano confortati in pienezza gustativa dalla croccante e profumata situazione resa dalle mandorle tostate in vena leggermente oleosa e legante al palato. L’ebbrezza erbacea del timo, poi posta sul candore semplicistico della pasta quale supporto ai vari elementi impiegati, non può che dare all’assaggio continuità e piacevolezza al palato.

 

 

 

 

 

 Posted by at 3:52 pm