Piovono ventole

Sabato 2 Aprile è il primo giorno del Premio Italia a Tavola a Firenze. Dobbiamo essere tutti lì alle 11 e 30 della mattina. Orari ‘ ministeriali’ da rispettare. Parto alle 7, arrivo a Bologna alle 9 e qualche minuto. ‘Carico’ Marina Malvezzi, Clara Mennella e Matteo Scibilia a cui cedo, molto volentieri, la guida. All’insegna del più sano ‘cazzeggio’ di un sabato mattina impegnativo per tutti ma felici, sempre tutti, di averlo messo in agenda, la mia macchina imbocca la A1. Il traffico è assolutamente inesistente. Si materializza però alla prima galleria. Macchine con doppie frecce ferme sulla corsia di centro e di destra. Su quella di sorpasso notiamo due enormi oggetti non meglio identificati. Grandi il doppio della mia macchina.’ Sono le ventole! dice Matteo, ‘Sono cadute!‘. Noi lì due minuti dopo. Scampato pericolo. Domenica tutti i giornali riportano questo strano caso delle ‘ventole’ piovute dal soffitto della galleria…

clara-io-e-matteo-corpo

 

… per allentare la tensione che sembra che non ci sia ma c’è anche se siamo ultra che adulti sfoglio il Resto del Carlino, pagine del Nazionale. ‘Ma che cerchi?’ curiosa Scibilia ‘C’è la Carla‘ dice Marina a Matteo. E Clara, sempre per sdrammatizzare, ci fa notare un carro funebre di una nota marca tedesca. Ci fa notare, inoltre, quanto sono belli i carri funebri in questi ultimi tempi… Leggete qui il pezzo che Davide Eusebi mi ha dedicato.

resto-del-carlino-corpo

Firenze, appena arriviamo, è luminosa di sole. Piena di gente e tanta ne troviamo nel Salone dei Cinqucento a Palazzo Vecchio dove si svolge il talk show ed inizia la festa. Che continuerà al Mercato Centrale, a Palazzo Borghese e, domenica, finirà in bellezza con l’inaugurazione del Museo Bardini. Per non farvi mancare nulla qui leggete i pensieri di Clara Mennella e qui quelli di Vincenzo D’Antonio. Da parte mia solo: bravo Alberto Lupini. Qui il suo editoriale.

andrea carla a tiziana

E mentre si chiudono parole e riflessioni a Palazzo Vecchio chi ti vedo? Tiziana Frescobaldi. La Signora del Vino. Ci abbracciamo. Tiziana Frescobaldi per me è Firenze. Complice Marina Malvezzi ( che se non ci fosse bisognerebbe inventarla ma non sarebbe mai uguale all’originale!) e una corsa in toilette (quanti incontri si possono fare aspettando di fare la pipì!) siamo state coinvolte da Andrea Radic, direttore della comunicazione e delle iniziative editoriali di affaritaliani.it, in una divertente intervista che potete leggere ed ascoltare cliccando qui.

carla-e-lorenzo-corpo

 

Nell’intervista racconto un po’ della mia storia come nell’articolo di Davide Eusebi. Campi di grano, raccolti e attese. Nella foto qui sopra sono con Lorenzo Cantoni. Dietro di noi il campo sperimentale di Osimo di oggi. Occasione importante e da cogliere al volo, adesso per lui. La riapertura dello Zibù a Umbertide. Questa volta con un socio con le mani in pasta. Nel vero senso della parola perchè Daniele Lo Cicero è panettiere/pasticcere. Non cambierà quasi nulla. Ci saranno più prodotti della sua terra e produttori amici. In attesa di rimangiare i suoi piatti e di rivedere lo Zibù bello e caldo, come sempre, gli facciamo tutti i nostri migliori auguri…. Forza Lorenzo che ricominciamo!

tao corretta!!!!!

 

Piacerebbero a Mauro Mario Mariani i menu di Lorenzo Cantoni. Tutto fresco, locale e stagionale. Tutto con le 3M dell’ aMMMore! Scherzo e Mario lo sa. Lo aspetto ad Osimo dopodomani. Al Teatro la Nuova Fenice. Sarà bellissimo stare con lui mentre presenta il suo nuovo e primo libro che raccoglie il frutto di venticinque anni di studi, ricerche, esperienze cliniche ed emozioni. Ma, soprattutto scelte. In questo libro il cibo non assume sfumature di grigio. O è bianco o è nero. O fa bene o fa male. O ti difende o ti nuoce. Mauro Mario ci insegna come farci ‘solo’ bene. Ce lo racconta Cristiana Carnevali dal suo blog. Buona lettura.

fagiolina-del-lago-secca-1-corpo

Lei chi è? Piccola con l’occhietto nero. Rara e buonissima. E’ la fagiolina o risina del Trasimeno. Un prodotto dell’Umbria che unirebbe Lorenzo, MauroMario e tutti gli amici che stanno su questa pagina. Ce la racconta Nicola Dal Falco nel pezzo ‘Come un chicco di riso’. 

otello-buono.jpg-home

Abbiamo fatto il viaggio di ritorno, sulla variante nuova della A1, con il naso e lo sguardo al soffitto di ogni galleria. Ma quante sono le ventole o ventilatori come volete chiamarli? Tantissimi. Dateci un occhio per favore! Dico a chi di dovere! Noi le abbiamo guardate per quasi 4 ore.

Che ci dice l’oroscopo Daniela Nipoti per il mese di Aprile che è cominciato con le ventole che piovono? (qui sotto Daniela con Ilde Soliani e me)

ilde-carla-e-daniela-corpo

Ci vediamo a Vinitaly ed al Salone del Mobile. Fuori e dentro il Salone. Ve lo racconto fine settimana quando una newsletter straordinaria sarà dedicata a Mauro Mario Mariani e al suo TAO dell’alimentazione.

firma_carla_small[1]