Le scosse assassine

Le ho sentite molto bene quella notte. La prima fortissima e lunghissima. La seconda meno. Il terremoto ti attraversa lo stomaco. Ti passa dentro e crea sgomento. Le stesse scosse, a qualche chilometro di distanza da me, hanno ucciso. Distrutto la vita di molti sotto le loro case e lasciato ai sopravvissuti un dolore unico che mai passerà. Lo sento nel mio cuore così come ogni giorno sento le scosse di assestamento. Lo chiamano sciame sismico. E mi concentro e prego. Gli aiuti sono sinceri e tanti. Grazie a nome di tutti.

Per oggi avevo preparato una newsletter scherzosa. Di quelle di fine estate. Ma non mi sento di inviarvela. Per rispetto degli ‘attori’ che avrebbero partecipato cliccate i link qui sotto.

Quando un cuoco va in vacanza… con Antonio Raffaele

Francesco Poliandri e Marisa con Francesco Poliandri

Paolo Paciaroni e due ricette   con Paolo Paciaroni

E-state sul Conero   con Marco Grassetti e Francesca Cingolani

L’incontro di Maria Gloria Frattagli con Ilde Soliani e Paolo Brunelli

Valeria Leotta, i biscotti piccanti con Nicola Dal Falco

La prossima settimana ricomincio a viaggiare. Torno a Siracusa da Maurizio Urso. C’è Gianfranco Vissani. Poi vedo Carlo Sichel e ragioneremo sui ‘grani antichi’. Rientro subito perché Sabato 3, a San Benedetto del Tronto, arriva il Maestro Gualtiero Marchesi. 

Alla prossima newsletter vi racconterò.
Prima della Festa del Formaggio Marchigiano che sarà il 10 e 11 Settembre a Montemaggiore.

Un abbraccio a voi ed un pensiero caro, affettuoso e costante a chi non c’è più e a chi piange chi non c’è più.

firma_carla_small[1]