Dic 112019
 

Questo Natale Amaro Ramazzotti e Panificio Grazioli mettono tutti d’accordo. Ogni Natale a fine pasto emerge sempre lo stesso dilemma: amaro o grappa? Pandoro o panettone? Quest’anno Amaro Ramazzotti e Panificio Grazioli hanno unito le forze per presentare l’abbinamento che mette tutti d’accordo. Il Premio Ramazzotti, il blend che unisce l’amaro italiano più amato al mondo dal 1815 e un’esclusiva Grappa di Nebbiolo invecchiata 36 mesi in botti di Rovere, incontra il Pandorettone, un dolce soffice come un pandoro e fragrante come un panettone, rigorosamente prodotto con lievito madre e ingredienti di prima qualità come le uvette macerate nel IL PREMIO Ramazzotti.

Un’unione che espande il piacere reciproco: le note di arancia candita e uva sultanina de Il Premio sono collegate con un filo goloso al lato panettone, mentre i sentori dolci lievemente vanigliati e il gusto morbido esaltano il lato pandoro.
L’inedito dolce natalizio, creato a 4 mani da Ramazzotti e Panificio Grazioli, unisce l’impasto di lievito madre di un panettone con uvette imbevute ne Il Premio Ramazzotti con la forma iconica del pandoro e l’immancabile zucchero a velo. Per gustarlo in tutta la sua bontà basta tagliarlo
rigorosamente con un coltello a sega e abbinarlo a un bicchiere de Il Premio Ramazzotti. Grande tecnica e altissima professionalità, intuizione e sperimentazione, stanno alla base della ricetta, voluta da Amaro Ramazzotti e Panificio Grazioli, tre stelle Gambero Rosso e anni di dolci successi nati dalla collaborazione con alcuni dei ristoranti più rinomati di Milano e della
Lombardia. Il Premio Ramazzotti e il Pandorettone: un incontro di sapori sorprendente che rinnova la tradizione gastronomica delle Feste, un nuovo rito per un Natale allegro e conviviale.
www.ramazzotti1815.com
www.panificiograzioli.com
Il Premio Ramazzotti
IL PREMIO, è il primo blend che rompe gli schemi unendo il gusto amabile dell’ amaro Ramazzotti alla morbidezza e all’eleganza della Grappa di Nebbiolo Riserva invecchiata 36 mesi. La sua ricetta risale al 1850 quando Ausano Ramazzotti lo creò per donarlo ai figli come espressione di
stima e grande affetto e per festeggiare con gli amici la cessione della propria attività a loro. Dopo 179 anni, Amaro Ramazzotti ha scelto di ricrearlo. La struttura corposa con note di arancia tipiche di Amaro Ramazzotti sposa i sentori dolci di vaniglia della prestigiosa grappa. Il colore ambrato crea l’atmosfera, note di arancia candita, uva sultanina e pasticceria incontrano intensi sentori floreali, di erbe e spezie.

 Posted by at 3:53 pm