Ott 132020
 

Andy – dice – è nato nel 2014 come una scommessa da cui stiamo raccogliendo soddisfazioni incredibili. La sua è una versione diversa dal quella di Tenuta Campioli, il nostro Bianchello superiore: è strutturato, evoluto e fedele all’annata, che rispecchia appieno proprio per il suo essere ‘dinamico’ per la sua possibilità di cambiare, di vendemmia in vendemmia”.

Fiorini fa il pieno di Guide: i Bianchelli Andy’18 e Tenuta Campioli tra i top wine del 2021. Pioggia di premi e segnalazioni nelle più autorevoli guide italiane per la storica cantina di Pesaro e Urbino. Ne ho scritto su Italia a Tavola qui. Complimenti!

 Posted by at 3:54 pm